Partecipazioni di nozze: tutto quello che c'è da sapere.

Le partecipazioni di nozze vengono spesso definite il “biglietto da visita” del matrimonio. Ed effettivamente è proprio così perché con questa piccola missiva state già raccontando qualcosa ai vostri invitati: per prima cosa che li avete scelti per condividere il vostro giorno più importante; in secondo luogo, lo stile con cui avete deciso di celebrare quell’occasione. Le partecipazioni sono quindi completamente parte del matrimonio.

Proviamo a darvi qualche consiglio:

1 - GLI INVITATI

È la prima cosa a cui pensare: chi invitiamo? Spesso questo è motivo di scontro tra i futuri sposini e anche tra le loro famiglie di origine. L’elenco va preparato in anticipo proprio perché ci saranno alcune discussioni e qualche confronto prima di giungere a quello definitivo. Un consiglio: se avete problemi di budget, partite da un numero. Datevi un limite di persone da invitare e procedete per esclusione. Siete davvero certi di volere, nel giorno più importante della vostra vita, quella pro-cugina che non vedete da 10 anni? Ricordate anche che potete fare una distinzione tra gli invitati che parteciperanno solo alla cerimonia religiosa e quelli che parteciperanno anche al rinfresco.

2 - I TEMPI

La tradizione vuole che gli inviti vengano inviati circa 3 mesi prima del matrimonio. Così tanto tempo prima? Ebbene sì, dovete dare ai vostri invitati il tempo per organizzarsi al meglio: abiti, spostamenti (soprattutto se uno dei due sposi si sposa distante dalla sua città d’origine), permessi da lavoro e regalo hanno bisogno di essere pianificati dai vostri ospiti. È anche vero che, con le vite frenetiche che tutti al giorno d’oggi conduciamo, inviare un invito troppo in anticipo, ci fa correre il rischio di essere dimenticati. Qual è allora il momento ideale? Tra le 6 e le 8 settimane, a seconda delle esigenze di organizzazione. Se il matrimonio di svolge a fine giugno, sarà bene inviare le vostre partecipazioni non più tardi di metà maggio. Attenzione: se il matrimonio si tiene nel periodo delle vacanze estive, è bene invitare tutti entro metà giugno. Lo stesso vale per i periodi di Natale e Pasqua.

3 - IL GENERE

Come dicevamo all’inizio di questo articolo, le partecipazioni devono rispecchiare il carattere degli sposi e lo stile della cerimonia. Che siano colorate, romantiche, semplici, classiche o scherzose, l’importante è che rispettino in pieno il vostro gusto e il tema dell’intero lieto evento. Per esempio, se il colore del vostro matrimonio sarà il turchese, non sceglierete di certo una partecipazione che abbia come sfondo il rosso!

4 - COME REALIZZARLE

Una volta scelto il tema e gli invitati, avete diverse possibilità: potreste realizzarle voi stessi, se siete particolarmente creativi e dotati di buona manualità, oltre che di molto tempo a disposizione; rivolgervi ad una tipografia o uno studio di grafica; scegliere tutto online.

Quest’ultima opzione vi offre diversi aspetti positivi: creare una partecipazione davvero unica e personalizzata in ogni particolare; risparmiare tempo perché avrete a vostra completa disposizione un professionista pronto a soddisfare ogni desiderio; evitare di recarvi in diversi posti per ottenere il risultato sperato e farvi arrivare invece, il prodotto perfetto direttamente a casa vostra; abbattere i costi in relazione alla qualità ottenuta e al tempo risparmiato.

A questo punto, sapete davvero tutto delle partecipazioni di nozze: ora dovete solo inviarle! :)

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

TIPS&TAGS IT  - vendite@tipsntags.com